Top
Carrello

Carrello

Vedi carrello.
  • Eng
  • Italiano

I nostri fornitori

...condividono le nostre scelte
La scelta del “Biologico” si arricchisce e si completa con quella di rivolgerci principalmente a piccoli produttori nazionali, meglio se locali e “sociali”, o realtà del “commercio equo e solidale”, che sfuggano in qualche modo al dominio di chi vuole privilegiare la monocoltura e “monocultura”.

Per questo non entriamo nelle logiche distributive massificanti, ma proponiamo qualità contro l’appiattimento, mettendo al centro l’uomo a partire dal più debole.
Dove possibile cerchiamo di offrire prodotti di filiera corta “dalla terra alla tavola”, privilegiando fra i nostri fornitori altre realtà agricole che, come noi, fanno parte del circuito della “Comunità Papa Giovanni XXIII".
Sentiamo la necessità di andare a conoscere i nostri fornitori, le aziende che direttamente sul campo danno vita al prodotto; oltre alla certificazione biologica, ciò che per noi è fondamentale, è la passione e la cura che il coltivatore ha per la terra e per i suoi frutti, ci piace conoscere chi è impiegato nell'azienda e costruire così un rapporto trasparente con obiettivi comuni.
Le nostre scelte, spesso controcorrente, possono penalizzare sui costi, ma nonostante questo abbiamo deciso di privilegiare la qualità e la genuinità del prodotto.
La ricompensa che ne riceviamo e che offriamo ai nostri consumatori è la bontà autentica
dei nostri prodotti.

la nostra rete INTERNA DI FORNITORI

Diverse sono ormai le realtà, parte dell'associazione Papa Giovanni XXIII, diventate fornitori del nostro laboratorio: Dall'azienda agricola "Terra d'incontro" di Montecassiano, alla "Madre Terra farm" di Bologna, all'azienda agricola "Via del Monte Oliveto" di Assisi, All'azienda agricola "San Facondino" di Rimini passando poi per il Pungiglione in Lunigiana.

Quest'ultimo oltre ad essere un polo altamente specializzato nell’attività dell’Apicoltura attraverso i suoi settori integrati (mieleria, cereria e falegnameria) è un vero e proprio villaggio che accoglie persone svantaggiate provenienti da percorsi diversi di sofferenza che qua diventano soggetti attivi nella realizzazione di una società più giusta.