Top
Carrello

Carrello

  • Eng
  • Italiano

le novita' del nostro "laboratorio Solidale"

Una storia di Passione, Relazione, Qualità ed Esperienza!
E' il cuore della nostra realtà produttiva, attorno al quale ruota tutta l'organizzazione del lavoro e della condivisione con i nostri ragazzi "specialmente abili".
Dal nostro laboratorio nascono tutte le preziose, genuine e "speciali ricette" che arrivano sulla tavola di tanti nostri amici e clienti.

Una lunga e appassionante storia guidata dal desiderio di “fare cose buone per tutti a partire dal bene dei più piccoli”. Siamo partiti, nel 1987, in un vecchio teatrino parrocchiale con pochi mezzi e attrezzature, riuscendo a realizzare prodotti di alta qualità insieme a persone che, pian piano, recuperavano la gioia di vivere diventando "protagonisti di bene e buono".
Nel 1995 siamo passati all'attuale capannone industriale e nel 2009 abbiamo rinnovato completamente i locali e le attrezzature del laboratorio.

In occasione del 30° anno di attività, nel 2017, abbiamo iniziato un nuovo progetto di rinnovamento e ottimizzazione delle nostre attrezzature e processi produttivi. Ad oggi il nostro laboratorio, alimentato da un impianto a vapore, conta fra gli altri, di uno speciale sistema di concentrazione, realizzato su misura per noi, che permette di cuocere sotto vuoto a bassissime temperature (28-40°) e in tempi molto brevi (ideale per marmellate, passate ecc). Abbiamo inoltre investito in una speciale “attrezzatura” multifunzione che cuoce sempre sotto vuoto ma che, oltre a permetterci di lavorare piccole quantità con metodo all’ avanguardia, ci apre soprattutto a tipologie di prodotti diversi, migliorando in flessibilità con una qualità artigianale (per esempio le creme spalmabili come la Noccio e Ciocco).

Questo, unito alla nostra passione, alla trentennale esperienza e alla consolidata scelta di materie prime sempre di ottima qualità (oltre che biologiche), ci permette di ottenere un prodotto finito che mantiene al massimo tutte le sue proprietà, il suo colore e il suo sapore.

Tutto questo rispettando la stagionalità e i ritmi della terra.

Il progetto di rinnovo non è finito qui, è in continua evoluzione. Vorremmo, nel tempo e passo dopo passo, ottimizzare e perfezionare anche procedure e processi di lavorazione inserendo ulteriori nuove attrezzature.
Rimarrà garantita la qualità, anzi migliorata, nell’ ottica di un prodotto artigianale, sempre più salutare e gustoso, la flessibilità artigianale, pur avendo ora anche una alta capacità produttiva.

Siamo costantemente orientati a migliorarci, avendo però sempre come punto fermo, la possibilità per tutti – soprattutto di chi è normalmente escluso dal mondo del lavoro - di poter essere protagonisti attivi del “processo di trasformazione” dei frutti della terra e, allo stesso tempo, della propria persona; infatti alcune delle nostre attrezzature, seppur all ’avanguardia, sono pensate a misura dei nostri ragazzi "specialmente abili" e non viceversa.

L'esperienza e la formazione accumulata negli anni ci permettono di realizzare più di 200 ricette diverse e di rispondere con disponibilità e creatività a nuove richieste e ai tanti piccoli produttori che desiderano trasformare la loro frutta e verdura in una "gustosa ricetta" a lunga conservazione.
Perché tutto questo continui a produrre buoni frutti davvero pe tutti, è necessario un "perfetto equilibrio ed alchimia" tra tutti “gli ingredienti e le componenti” coinvolte nel processo produttivo, insieme a grande passione, relazioni sane, solidali e qualità.

nel 1987 il primo prodotto!

La confettura di Pere....il primo prodotto "sfornato" dal nostro laboratorio.

Con 2 quintali di pere , insieme a Damiano, Paolo, Claudio, Rosanna (1 ragazzo spastico e 3 in carrozzina) Fabio, Eros e Pino, tutti al lavoro attorno a un tavolo d'acciaio regalato e una piccola pentola su un fornellone a gas.
"Abbiamo cominciato per disperazione di fronte al nulla che offriva la società...", ricorda Pino; e ancora "...poco e precario era sempre meglio di niente, come risposta ai tanti ragazzi accolti nelle nostre case famiglia, desiderosi di rendersi utili e ritrovare la propria dignità con il lavoro delle proprie mani. Queste urgenze, insieme a tanta solidarietà sono stati il terreno fertile che ci ha permesso di crescere in professionalità e fraternità."